Fa’ la ninna, fa la nanna…

La musica tra le braccia della mamma

Fin dalle origini della specie, le madri hanno messo in atto strategie diverse per calmare il pianto dei loro piccoli. Nelle regioni più lontane della terra, le più diverse fra loro per linguaggio, tradizione e storia, la ninna nanna è il primo canto in tempo binario che il neonato incontra tra le braccia della madre: una dondolante melodia che riprende il ritmo del cuore e del respiro che ogni bimbo conosce già prima di nascere.


Si intende proporre un viaggio attraverso le melodie e i ritmi delle ninne nanne dei popoli della terra: dalla dura vita delle donne nei campi delle nostre zone alle ninne nanne delle voci maschili di Taiwan, dai fantasiosi canti per bambini della tradizione indiana alle scherzose nenie della Nuova Caledonia, dal ricco repertorio celtico alle ninne nanne del "popolo della valle che canta" nel Dong.
Si analizzeranno i dati sonori da un punto di vista emotivo-affettivo individuando tra le persone presenti esperienze ed emozioni comuni. Da questo ascolto guidato si cercherà poi di comprendere e riconoscere i vari linguaggi sonori, analizzare i testi, le forme musicali più utilizzate, cercando di cogliere risonanze (e dissonanze) tra le diverse ninne nanne del mondo.
Un percorso per chi desidera avvicinarsi a questa affascinante e misteriosa forma musicale per svelarne non solo gli aspetti formali e l'importanza nel rapporto madre-bambino, ma anche i possibili utilizzi in campo terapeutico. L'incontro verrà presentato da Gianni Gandini e Danilo Rigamonti e i materiali, amplificazione audio, cd, videocassette, strumenti percussivi, tastiera, sintetizzatore e amplificazione relativa, verranno forniti direttamente dai conduttori.