Operaterapia, Il Barbiere di Siviglia

La musica ha il potere di coinvolgere diversi organi sensoriali: produce stimolazioni visive, tattili, cinestetiche, uditive, rendendo l'elemento sonoro ideale per l'uso terapeutico. La disciplina che ne deriva, la Musicoterapia, è una metodologia che si affianca ad altri interventi di tipo medico, psicologico e riabilitativo ed ha come finalità prioritaria quella di apportare un effetto benefico e positivo alle persone che hanno disabilità, patologie fisiche e/o psichiche.

La musica è spesso associata ad altre forme artistiche quali il teatro, la danza, le arti visive e il movimento. La scelta di realizzare un intervento musicoterapico con l' Opera lirica non si pone l'obiettivo di acquisire competenze musicali specifiche o di eseguire produzioni musicali puramente estetiche, ma si inserisce all'interno di un progetto terapeutico ben preciso.
In quanto contenitore di numerosi strumenti di azione, l'Opera si trasforma in intervento musicoterapico che favorisce l'aspetto relazionale, la consapevolezza di sé e dei propri limiti corporei, stimola la percezione sensoriale, la capacità di integrazione e decodificazione spaziale e l'espressività, attraverso le numerose attività che questa forma di spettacolo riesce a proporre.

Conduttori dell'intervento

Gianni Gandini: musicoterapista
Christian Silva: scenograf